Area riservata
Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella
Un volume sulla poetessa russa Anna Achmatova
Share on Twitter Share on Facebook Share on Linkedin Share on Google+
data pubblicazione: 05/02/2015
1522 visualizzazioni
anna achmatova

“Anna Achmatova raccontata da Zoja Tomasevskaia” è il titolo del volume di Romilda Nicotra, appena pubblicato dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella e dedicato alla figura di questa grande poetessa russa. Il volume, inserito nella Collana I Quaderni dell’Almagesto, è curato da Aurelio Pes ed edito in collaborazione con il Consolato Russo a Palermo.

La presentazione è in programma venerdì 6 febbraio alle ore 18 all’Auditorium Rai di viale Strasburgo, a Palermo.

Interverranno, fra gli altri, il presidente della Fondazione Famiglia Piccolo, Giuseppe Benedetto; il console di Russia, Vladimir Korotkov; Gigliola Magistrelli, direttrice di Artetika; e i docenti universitari Nicola De Domenico e Anna Sica. Sarà presente l’Autrice. Coordina Aurelio Pes, consigliere della Fondazione. L’ingresso è libero. 

Anna Achmatova fu nemica personale di Stalin, che ne decretò la morte civile, privandola della casa, dei sussidi, del diritto di pubblicazione e incarcerando a vita l’unico suo figlio. Fu sottratta all’emarginazione e al silenzio dal premio Taormina-arte, conferitole in Sicilia nel 1964 da Angelo Maria Ripellino, sommo slavista licatese. Mesi dopo l’università di Oxford le conferì, a sua volta, la laurea honoris causa per il vertiginoso livello letterario dei suoi versi.

L’idea di dar vita a questa pubblicazione è un’occasione preziosa per sottolineare quella profonda amicizia e quel percorso di intenso scambio culturale, che intercorre da sempre fra la Sicilia e la Russia. Si tratta oggi, non soltanto di ricordare, ma anche e soprattutto di restituire alla Sicilia quel filo rosso, forse per troppo tempo dimenticato e trascurato, con la poesia internazionale.

“Pubblicare questo libro – spiega il presidente della Fondazione Famiglia Piccolo, Giuseppe Benedetto - è, per noi, anche motivo di riflessione sulla poesia di Anna Achmatova, alla quale nel lontano 1964, fu conferito il celebre  Premio letterario internazionale "Etna - Taormina". Si trattava, allora, di un’intesa stagione letteraria, forse irripetibile, a cui contribuì anche Lucio Piccolo, che attraverso la propria Opera, consegnò alla poesia italiana ed europea una lirica sapiente e mai ridondante, una magia senza tempo, pur in un’epoca di grandi trasformazioni sociali e culturali”.

 

Home NEWS
Correlati
Nasce il "Premio Lighea"
Ideato dalla professoressa Maria Grazia Insinga, è stato istituito a Capo d’Orlando il Premio Lighea, destinato ai giovani che desiderano...
Leggi tutto
121 visite
Il cordoglio del Presidente per la scomparsa del Prof. Sebastiano Tusa
"Sono affranto, sgomento per la ferale notizia della tragica scomparsa dell’amico Prof. Sebastiano Tusa. Di Lui manterrò il ricordo di un...
Leggi tutto
266 visite
L'Avv. Andrea Pruiti Ciarello nuovo Presidente della Fondazione Piccolo
Cambio al vertice alla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella. Nella riunione di sabato 2 marzo il Consiglio di Amministrazione dell’Ente ha...
Leggi tutto
896 visite
Incendio lambisce Villa Piccolo. Spento in tempo
I tesori di Villa Piccolo, a Capo d’Orlando, minacciati la sera del 15 agosto da un incendio certamente doloso. La storica dimora del poeta Luci...
Leggi tutto
817 visite
Gli eventi dopo Ferragosto a Villa Piccolo
  Questi gli eventi culturali della seconda parte dell'estate a Villa Piccolo. L'ingresso a tutti gli appuntamenti è libero.  Giove...
Leggi tutto
995 visite