Area riservata
Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella
Un volume sulla poetessa russa Anna Achmatova
Share on Twitter Share on Facebook Share on Linkedin Share on Google+
data pubblicazione: 05/02/2015
1604 visualizzazioni
anna achmatova

“Anna Achmatova raccontata da Zoja Tomasevskaia” è il titolo del volume di Romilda Nicotra, appena pubblicato dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella e dedicato alla figura di questa grande poetessa russa. Il volume, inserito nella Collana I Quaderni dell’Almagesto, è curato da Aurelio Pes ed edito in collaborazione con il Consolato Russo a Palermo.

La presentazione è in programma venerdì 6 febbraio alle ore 18 all’Auditorium Rai di viale Strasburgo, a Palermo.

Interverranno, fra gli altri, il presidente della Fondazione Famiglia Piccolo, Giuseppe Benedetto; il console di Russia, Vladimir Korotkov; Gigliola Magistrelli, direttrice di Artetika; e i docenti universitari Nicola De Domenico e Anna Sica. Sarà presente l’Autrice. Coordina Aurelio Pes, consigliere della Fondazione. L’ingresso è libero. 

Anna Achmatova fu nemica personale di Stalin, che ne decretò la morte civile, privandola della casa, dei sussidi, del diritto di pubblicazione e incarcerando a vita l’unico suo figlio. Fu sottratta all’emarginazione e al silenzio dal premio Taormina-arte, conferitole in Sicilia nel 1964 da Angelo Maria Ripellino, sommo slavista licatese. Mesi dopo l’università di Oxford le conferì, a sua volta, la laurea honoris causa per il vertiginoso livello letterario dei suoi versi.

L’idea di dar vita a questa pubblicazione è un’occasione preziosa per sottolineare quella profonda amicizia e quel percorso di intenso scambio culturale, che intercorre da sempre fra la Sicilia e la Russia. Si tratta oggi, non soltanto di ricordare, ma anche e soprattutto di restituire alla Sicilia quel filo rosso, forse per troppo tempo dimenticato e trascurato, con la poesia internazionale.

“Pubblicare questo libro – spiega il presidente della Fondazione Famiglia Piccolo, Giuseppe Benedetto - è, per noi, anche motivo di riflessione sulla poesia di Anna Achmatova, alla quale nel lontano 1964, fu conferito il celebre  Premio letterario internazionale "Etna - Taormina". Si trattava, allora, di un’intesa stagione letteraria, forse irripetibile, a cui contribuì anche Lucio Piccolo, che attraverso la propria Opera, consegnò alla poesia italiana ed europea una lirica sapiente e mai ridondante, una magia senza tempo, pur in un’epoca di grandi trasformazioni sociali e culturali”.

 

Home NEWS
Correlati
Premio Lighea prima edizione
Prende il via la prima edizione del Premio Lighea    Parlava e così fui sommerso, dopo quello del sorriso e dell’odore, ...
Leggi tutto
111 visite
Un'estate di eventi culturali a Villa Piccolo
Un'estate ricca di eventi culturali a Villa Piccolo, fra concerti, presentazioni di libri, tavole rotonde, teatro, convegni sui temi dalla Sicilia, de...
Leggi tutto
585 visite
Matilde Politi, Ginevra Gilli e una lettura da Tomasi
L’associazione Culturale Musicale Parthenia in collaborazione con la Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella, in occasione del ciclo “L...
Leggi tutto
157 visite
Tre giorni fra musica e cultura
Saranno tre giorni all’insegna della cultura, del diritto e della musica quelli di questo lungo fine settimana a Villa Piccolo (Km 109, strada s...
Leggi tutto
131 visite
Nasce il "Premio Lighea"
Ideato dalla professoressa Maria Grazia Insinga, è stato istituito a Capo d’Orlando il Premio Lighea, destinato ai giovani che desiderano...
Leggi tutto
325 visite